MODELLO PECHINO I

Il Congresso di Pechino del 1999 delibera l’introduzione di un modulo nuovo posto in distribuzione il 1° gennaio 2002. Il coupon misura mm. 149 x 102, ha carta più spessa del precedente ed una nuova filigrana, orizzontale, alternando UPU a forma di croce ed una stella a otto punte, disposta orizzontalmente in corrispondenza della fascia riservata al bollo di rilascio, al nome del Paese ed al bollo di cambio. Il primo esemplare ha validità limitata al 31 dicembre 2006, al cui verso, tuttavia, è impressa la data di predisposizione del modulo nel primo gruppo numerico con il sistema AAAAMMGG.
I colori sono l’azzurro, anche per le istruzioni in francese, ed in giallo per lo sfondo.
Il nome del Paese, con il relativo codice in lettere maiuscole, è in nero.
Al verso i nuovi testi nelle consuete sei lingue in rosso, così come i termini di validità, in caratteri più piccoli raggruppati in basso. Completa l’insieme un codice a barre con il corrispondente codice alfanumerico a seguire, preceduto dal codice assegnato al Paese su due lettere.
La distribuzione sarebbe dovuta avvenire fin dai primi giorni di gennaio. Ma non è avvenuto. Qualche ufficio postale ha continuato a distribuire ancora esemplari “Losanna”, disattendendo la circolare di Poste regolarmente distribuita nel mese di dicembre 2001.

 

Tiratura complessiva 200.000 esemplari in sei forniture

I fornitura 50.000 esemplari data stampa 21 novembre 2001
lettere AA AB AC AD AE
II fornitura 30.000 esemplari
data stampa 6 giugno 2002
lettere AF AG AH
III fornitura 30.000 esemplari
data stampa 26 agosto 2002
lettere AI AK AJ
IV fornitura 30.000 esemplari
data stampa 12 febbraio

                                            100.000 esemplari il 30 ottobre 2000.

2003 lettere AL AM ANV fornitura 30.000 esemplari data stampa 5 dicembre 2003 lettere AO AP AQ
VI fornitura 30.000 esemplari data stampa 16 agosto 2004 lettere AR AS AT

IT = Italia Data stampa Data scadenza Numero esemplare DTS lettere

Sebbene la scadenza della vendita fosse stata fissata al 30 giugno 2006, con la “disposizione di servizio n. 144” del 7 agosto 2006 Poste Italiane dispone che il modello continuerà ad essere venduto fino al 31 agosto compreso. Tale disposizione si è resa necessaria a seguito del ritardo delle forniture da parte dell’UPU.